PROTEZIONE CIVILE

Il servizio di Protezione Civile è senza dubbio uno dei più importanti e delicati della macchina amministrativa comunale.

In primo luogo, va sottolineato che la Legge 225/1992 individua il Sindaco quale primo organo locale di protezione civile locale; pertanto, verrà prestata attenzione all’attuale assetto tecnico amministrativo e ai suoi potenziali sviluppi, in coordinamento con il gruppo di volontari locali con cui, verso il termine del 2016, è stata stipulata una convenzione per disciplinare i rapporti tra le parti e avviare un percorso di stretta collaborazione.

Ad oggi la gestione del servizio fa capo all’Unione dei Comuni di Pitigliano, con turni di reperibilità esecutiva suddivisi tra i vari operatori dell’Unione stessa e di reperibilità tecnica suddivisi tra i referenti dei Comuni facenti parte dell’Unione, al fine di garantire il servizio 7 giorni su 7 e 24 ore su 24.

È però essenziale curare anche l’operatività comunale, che nelle urgenze interviene con proprio personale tecnico ed operativo. Pertanto, è intenzione della presente lista effettuare in particolare le seguenti attività:

  • Riprendere il Piano Comunale di Protezione Civile e modificarlo radicalmente adattandolo alle attuali congiunture territoriali ed emergenziali (alluvioni, terremoti, ecc.);
  • Intensificare i rapporti con il Gruppo comunale di volontariato, partendo dallo sviluppo delle possibilità offerte dalla Convenzione recentemente sottoscritta e valutando ogni ulteriore forma di collaborazione e sinergia attuabile anche in base alle leggi vigenti;
  • Effettuare periodici incontri con la popolazione, illustrando le attività svolte in merito e raccogliendo elementi utili ed indicazioni per migliorare le attività di protezione civile sul territorio.